Le valutazioni odierne hanno portato Arpal ad emanare, sui bacini piccoli e medi del centro levante regionale, l’ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI dalle 06.00 alle 18.00 di domani, mercoledì 3 novembre.

Un nuovo passaggio perturbato interesserà la Liguria, con una fase prefrontale al mattino e il transito del fronte vero e proprio nel pomeriggio, momenti intervallati da un’attenuazione delle precipitazioni, che saranno diffuse, di intensità moderata, con cumulate fino a elevate sul levante.

Avremo venti di scirocco sul levante e da nord sul ponente, con una linea di convergenza, che favorisce innesco di temporali piĂą probabili sul centro levante: qui le precipitazioni potranno verificarsi con alta probabilitĂ  di fenomeni temporaleschi forti e/o organizzati.

Il mare quest’oggi è in scaduta, con mareggiata ancora sul levante, e raffiche di vento a 70/80 km/h.

Ecco l’avviso meteorologico emesso questa mattina dal Centro Funzionale Meteo Idrologico con la descrizione dei fenomeni previsti (qui l’avviso completo con la simbologia relativa):

OGGI MARTEDĂŚ 2 NOVEMBRE: Venti forti (50-60 km/h) da Ovest/SudOvest su A, con possibili raffiche fino 70-80 km/h in particolare sui capi esposti, localmente forti (40-50 km/h) su parte orientale di C. Mare agitato per onda formata di libeccio (periodo fino a 9 s), con mareggiate sulle coste esposte, specie su parte orientale di B e C.

DOMANI MERCOLEDĂŚ 3 NOVEMBRE: L’arrivo di una nuova perturbazione determina piogge diffuse di intensitĂ  moderata su BCE, con cumulate fino a elevate su C, significative su BE. Le precipitazioni potranno assumere carattere temporalesco con alta probabilitĂ  di fenomeni forti e/o organizzati su BCE, bassa probabilitĂ  su AD. Esaurimento dei fenomeni in serata a partire da Ponente. Venti forti (50-60 km/h) e rafficati da SudEst su C al mattino, localmente forti (40-50 km/h) settentrionali su B. Mare molto mosso su BC.

DOPODOMANI GIOVEDĂŚ 4 NOVEMBRE: Residua instabilitĂ  nelle prime ore su C. Venti localmente forti (40-50 km/h) meridionali su parte orientale di C. Mare molto mosso per onda di libeccio.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarĂ  pubblicato il monitoraggio sul sito https://allertaliguria.regione.liguria.it, inviato anche tramite Twitter (segui @ARPALiguria).

Articolo precedenteCensimento Istat 2021: a Sanremo operativo il ‘Centro Comunale di Rilevazione’ a Villa Zirio
Articolo successivoConsiglio Regionale del mattino