Aromatica, sfida a colpi di mortaio per il campionato mondiale di pesto

Sfida a colpi di mortaio a Diano Marina, per la tappa di selezione del Campionato Mondiale di pesto al mortaio. Dieci concorrenti hanno gareggiato sul palco di Aromatica per aggiudicarsi un posto alla finale di Genova.

Presente anche il campione del mondo di pesto al mortaio, Emiliano Pescarolo, vincitore della VII edizione. Ai nostri microfoni ha raccontato i segreti per un pesto vincente: “Sicuramente l’equilibrio e la materia prima buona. Tutti gli ingredienti devono stare assieme senza prevaricare e senza prevalere sul basilico”.

Gianni Arimondo, dell’Associazione Palatifini, spiega invece le tappe di selezione del campionato: “Per poter presentare 100 concorrenti a Genova nel 2020, la nostra associazione fa 100 eliminatorie, ogni eliminatoria presenta 10 concorrenti che si sfidano tra loro. Il pesto è sicuramente il miglior ambasciatore della Liguria nel mondo”.

Ad aggiudicarsi la vittoria sul palco di Aromatica è stata Romina Brazzi, di Bargagli (Genova), che si era già classificata all’ultimo Campionato del mondo.

Articolo precedenteAromatica 2019, la pizza alla pala di Nicola Caruso conquista il palato di tutti
Articolo successivoElezioni 2019: scende in campo la lista ‘Insieme Per Diano San Pietro’