[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/237277278″]A pochi passi dalla spiaggia dei pescatori ad Arma di Taggia, è  stato ritrovato un ordigno bellico risalente al seconda guerra mondiale. Il proiettile da mortaio “81”  è stato rinvenuto nel corso delle operazioni di bonifica del Comune di Arma di Taggia per volere della Prefettura di Imperia e con la collaborazione della Guardia Costiera.

Gli uomini della Guardia Costiera si sono messi subito al lavoro per iniziare con la bonifica del pericoloso residuato bellico.

L’ordigno è stato fatto brillare ieri dagli artificieri del Nucleo SDAI del Gruppo Operativo Subacquei della Marina Militare del COMSUBIN di La Spezia, e gli uomini del Comandante Fronte dell’ Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo e della Delegazione di Spiaggia di Arma di Taggia.

Alle 11.00 di ieri gli artificieri, sono intervenuti sia via terra che  via mare. Prima di procedere alle operazioni, però,  hanno messo in sicurezza l’area provvedendo all’immediata rimozione degli ordigni e loro messa in sicurezza in vista del prossimo brillamento.

Era l’alba quando, nello specchio d’acqua al largo della costa taggiasca, ad una distanza di 2.5 miglia dalla costa, gli artificieri accompagnati dalla motovedetta della Guardia Costiera e dal battello costiero, hanno provveduto al brillamento in sicurezza dell’ordigno.

Per la sicurezza della navigazione e la salvaguardia della vita umana in mare l’area è stata chiusa, dalle 08.00 alle 10.00, e pattugliata dalla motovedetta della Guardia Costiera di Sanremo.

Articolo precedente“Mi ispiro alla natura, così lavoro il mio marmo”
Articolo successivo‘Beach Bike Day’, adrenalina sui pedali