Domenica 26 Agosto ore 21.15, ingresso Libero, tutti sulla spiaggia del Lido Idelmery di Arma di Taggia per veder proiettati i finalisti di questa terza edizione de “Il Corto in Spiaggia” e per conoscere i vincitori.

Quest’anno alcune novitĂ  come il cambio di categorie che vedrĂ  due sezioni “Corti Italiani” e “Corti Internazionali”, il patrocinio della Genova Liguria Film Commission che ha riconosciuto il valore culturale della manifestazione e la partnership con l’associazione genovese L.A.N.D. che dal 2017 si occupa dello sviluppo dell’audiovisivo in Liguria.

I Giurati di questa edizione saranno, l’attore e regista Luca Canale Brucculeri, il regista e animatore Rino Alaimo e lo sceneggiattore Martì’ Dols Roca, hanno scelto i 10 finalisti e i vincitori ai quali si aggiungerĂ  il vincitore assoluto che verrĂ  decretato dal pubblico presente.

“Quest’anno siamo molto soddisfatti per il livello e la qualitĂ  dei corti pervenutici- dice il filmaker sanremese Simone Caridi direttore artistico della manifestazione– circa 250 lavori da tutto il mondo con tematiche, stili ed energie differenti che speriamo il pubblico apprezzino. Abbiamo lavorato molto per questa edizione e siamo felici di essere riusciti  a portare alcuni degli autori finalisti che saranno nostri ospiti durante la serata e che daranno un valore aggiunto alla manifestazione raccontandoci il dietro le quinte di ogni produzione e speriamo che dal loro incontrano possano anche nascere collaborazioni future – continua- L’obiettivo del Festival è quello di divulgare la cultura del cortometraggio al pubblico, e di creare un punto di incontro fra autori da varie parti d’Italia e del Mondo che possano scoprire le bellezze del Ponente e chissĂ  che non diventino i loro set di domani.”

La serata sarĂ  presentata dall’autore televisivo Paolo Fittipaldi assieme allo stesso Simone Caridi e vedrĂ  oltre che le proiezioni anche la presenza di un Ospite D’eccezione il regista Marco Renda.

Marco è reduce dal successo del suo primo lungometraggio EDHEL, un fantasy sociale che narra le disavventure di una bambina che per una malformazione, ha le orecchie a punta come un elfo, viene discriminata ed emarginata. Nel film si mischiano componenti di denuncia sociale, il bullismo, a tematiche proprie del fantasy e del mondo degli elfi, mondo che la bambina di convincerĂ  di farne parte grazie all’incontro con un altro personaggio.

Una gran serata di cinema e convivialitĂ  nata dalla collaborazione tra l’associazione We and Art e i Lido Idelmery che si rinnova per il terzo anno consecutivo.

Articolo precedenteSan Bartolomeo al Mare, tutto pronto per le atmosfere natalizie con “Babbo Natale d’Estate”
Articolo successivoBordighera, incontro tra il sindaco Ingenito e Confartigianato: illustrati i progetti per le imprese locali