Area 24, oggi incontro con Amaie Energia. Gorlero: "Situazione complessa ma non ci tiriamo indietro

Importante incontro questa mattina in Provincia tra i Comuni e tutti gli enti coinvolti nel futuro di Area 24 per cercare di trovare una soluzione la complessa situazione. La riunione si è tenuta alla presenza dei liquidatori della società, dei sindaci, Filse, Carige e Amaie Energia.

Area 24, la Società Partecipata responsabile della manutenzione della pista ciclabile, da circa un anno è stata dichiarata in liquidazione a causa delle difficoltà economiche e finanziare in cui versa.

Amaie Energia si è fatta avanti per acquisire la pista ciclabile, ma ci sono diversi nodi da sciogliere, come ad esempio la volontà di alcuni comuni ed in particolare Ospedaletti, di gestire autonomamente il proprio tratto.

Le trattative proseguono, ne abbiamo parlato con Andrea Gorlero, presidente di Amaie Energia.

“La situazione è complessa ma deve assolutamente trovare una soluzione perché si tratta di un’infrastruttura strategica per tutta la provincia – spiega Gorlero – Amaie Energia è stata richiesta da più Comuni per un’assunzione di responsabilità. Ci sono diverse problematiche connesse al passaggio di proprietà di questo bene perché parliamo di un bene cui è difficile dare una connotazione sotto il profilo giuridico”.

“Ci sono tematiche che riguardano i rapporti con i terzi, – prosegue – l’assetto gestionale complessivo, perché i proventi della pista ciclabile storicamente sono inferiore ai costi di gestione. Dobbiamo quindi trovare un equilibrio complessivo, tenendo conto che si tratta di denaro pubblico”.

Gorlero poi aggiunge: “Si sta parlando di una partita da 2 milioni 300mila euro per un bene di 12km, quello cioè fuori dal territorio di Sanremo, e si prevedrebbe anche il subentro da parte della nostra società nella concessione con il Comune di Sanremo. Ci sono questioni di carattere giuridico, economico e gestionale molto complicate”.

“Tanti Comuni inoltre rivendicano molte ferite sul loro territorio che sono da richiudere, oggi dobbiamo fare un piccolo miracolo. Noi ci stiamo provando con grande entusiasmo. Amaie Energia non si tira indietro, al momento siamo fiduciosi. Se troveremo l’accordo con tutti i Comuni presenti, alcuni dei quali potrebbero preferire una gestione autonoma e in particolare Ospedaletti, se troveremo una quadra io sono convinto che faremo un grande servizio per la nostra provincia”.