video

Un’unione forte tra mare e cultura. Si potrebbe riassumere in questo modo il progetto Mediterranea che, dopo la spedizione quinquennale partita nel 2014, approda a Imperia per il triennio 2020-2022.

Questa mattina, presso l’Auditorium del Museo Navale con gli studenti dell’Istituto Nautico del capoluogo, la presentazione ufficiale con il comandante Filippo Mennuni, l’assessore alla Cultura Marcella Roggero e il presidente di Go Imperia Marco Mangia.

Nel dettaglio il progetto Mediterranea, idea dello scrittore e marinaio Simone Perotti, consiste in una spedizione culturale e scientifica che si muove a vela per tutto il Mediterraneo. Diverse tappe, tanti ospiti tra intellettuali, artisti, filosofi e operatori culturali e con spazio anche alla ricerca e al sociale.

“Si tratta di un viaggio nel Mediterraneo che noi proponiamo per raccontare culture, persone e popoli – spiega Mennuni. Le diversità e le cose che ci accomunano. È un progetto prevalentemente culturale che ha già visto un’edizione di cinque anni che ha avuto grande successo. La riproponiamo partendo da Imperia e dai giovani che per noi sono molto importanti perché il Mediterraneo e il suo futuro dipende soprattutto da loro”.

“Il porto visto come un bacino culturale, come un’occasione di scambi tra popoli, un modo per portare Imperia nel mondo e il mondo a Imperia – aggiunge l’assessore Roggero”.

“Con orgoglio partecipiamo e collaboriamo con questo progetto che unisce il mondo della vela, quello della scuola e quello scientifico – dice Mangia. Siamo altrettanto orgogliosi di ospitare l’imbarcazione e il suo equipaggio che ci ha scelto appunto per la nostra capacità di rendere accogliente questo porto che ancora deve essere completato”.

Le interviste complete nel video-servizio di Riviera Time.