Anno santo giacobeo, Taggia: gli infioratori realizzano il tappeto fiorito per Santiago di Compostela

Un tappeto fiorito per Santiago di Compostela è stato realizzato oggi a Taggia, in Piazza Farini, dal gruppo di infioratrici della Pro Loco per l’Anno santo giacobeo, che ricorre quando il 25 luglio, domani, festa di san Giacomo, cade di domenica.

Sul disegno è stato riprodotto il nome della città e i chilometri, 1.640, che intercorrono tra il comune tabiese e Santiago.

A raccontarci come è stata realizzata l’opera è la presidente della locale Pro Loco, Maddalena Pastorino: “Utilizziamo tutti i generi di fiori perché logicamente essendo un’infiorata sono i protagonisti principali. I colori della natura sono semplicemente meravigliosi. Qualche volta però non bastano in base al soggetto che dobbiamo riprodurre perciò dobbiamo adattare alcune volte altri prodotti. Ad esempio coloriamo della farina di cocco e la coloriamo, altre volte prendiamo della segatura o del caffè in polvere”.

Per l’occasione sono stati coinvolti più gruppi di infioratori: “Siamo state contattati dal signor Garcia, un organizzatore sudamericano, per realizzare nello stesso giorno in tutto il mondo un quadro per Santiago di Compostela per il giubileo del 2021. Fanno parte di questo meraviglioso gruppo 250 paesi. Da moltissimi disegni proposti, all’unisono, è stato scelto quello che oggi stiamo realizzando. Siamo davvero orgogliose di far parte di questo progetto che permetterà di far conoscere il nome di Taggia in tutto il mondo”.

“Noi siamo prima di tutto un gruppo di amiche che amano alla follia il paese dove vivono e sono orgogliose di poter dare il proprio contributo – conclude Pastorino. – Il gruppo di infioratrici è nato circa 14 anni fa e con lo stesso entusiasmo siamo qui oggi insieme a lavorare a questo meraviglioso progetto”.

Articolo precedenteImperia, tentato omicidio la scorsa notte a danno di un giovane turista: fermato un 33enne con precedenti di polizia
Articolo successivoBolt arriva a Imperia: prende il via il servizio in sharing di monopattini elettrici. Il sindaco Scajola: “Abbiamo molto investito in una cittĂ  con una mobilitĂ  sostenibile”