Peggiora la situazione a Rocchetta Nervina, dove ieri un importante movimento franoso ha interessato la carreggiata della strada provinciale tra Dolceaqua e Rocchetta, causando il cedimento del terreno e la conseguente chiusura della strada.

La strada provinciale è l’unica via di accesso al paese e ieri, dopo aver vietato il passaggio al transito veicolare, è stato vietato anche quello pedonale. La frana infatti è ancora in movimento e i 300 abitanti di Rocchetta Nervina rimangono isolati.

La situazione è apparsa fin da subito molto delicata e grave agli occhi dei tecnici che si sono recati ieri sul posto. Si teme infatti che possano franare ancora circa 25 metri di strada. Questa mattina si cercherà di ricavare almeno un passaggio pedonale, per far uscire parzialmente gli abitanti dall’isolamento.

Nel frattempo i sindaci hanno chiesto un incontro con il Prefetto e la Provincia, vista la gravità della situazione.

Sul luogo è stato installato un presidio 24 ore su 24 per monitorare la situazione, garantendo la sicurezza e sul posto è presente un’ambulanza per garantire gli interventi necessari.

Per il momento l’itinerario alternativo pedonale è costituito da un sentiero appositamente attrezzato in fase di realizzazione, mentre quello veicolare, in caso di emergenza, è rappresentato dalla strada comunale Rocchetta Nervina-Marcora che si collega al km 5 della SP69.

Articolo precedenteRezzo, frana a Cenova: evacuati i 35 abitanti
Articolo successivoOspedaletti, frana di via Ascenzo: a breve revocata l’ordinanza di evacuazione