Anche il Comune di Taggia ha partecipato all’iniziativa promossa da Regione Liguria per raccogliere firme a sostegno della candidatura del pesto genovese al mortaio come patrimonio immateriale UNESCO.

I tanti visitatori che oggi hanno visitato il borgo, tra una scenetta e l’altra delle ambientazioni storiche per i festeggiamenti di San Benedetto, hanno potuto degustare dell’ottimo pesto preparato in collaborazione con gli studenti dell’istituto alberghiero Ruffini-Aicardi seguendo la ricetta tradizionale.

“Questa campagna è un ritorno alle tradizioni che si sposa perfettamente con una giornata come quella che sta vivendo oggi Taggia con i festeggiamenti di San Benedetto. Abbiamo ottenuto un ottimo riscontro e sono in tantissimi ad aver firmato,” commenta Laura Cane, presidente del Consiglio comunale di Taggia.

“Potenziare e sponsorizzare il nostro pesto è fondamentale anche per tutte le nostre aziende che producono questo condimento,” spiega l’assessore regionale Marco Scajola.