stella marina

“L’asd Informare (http://www.informare.net), da anni impegnata nella valorizzazione, formazione e informazione della popolazione (intesa come cittadini, turisti, adulti o bambini) sui temi legati alla sostenibilità ambientale con particolare riferimento al tema del mare, della salvaguardia del territorio marino e della valorizzazione delle bellezze naturalistiche locali (principalmente nella provincia di Imperia)”, racconta la biologa marina Monica Previati che ne ha curato l’iscrizione “è stata inserita nella lista delle realtà che aderiscono alla campagna del ministero Plastic free. Grazie infatti alle numerose attività che da quasi dieci anni stiamo portando avanti nelle piazze, nelle scuole, nelle biblioteche, grazie alla collaborazione e al supporto economico e logistico di decine di amministrazioni locali (comuni, enti privati, università), siamo stati accettati come un’associazione “Plastic free”, come da istruzioni riportate sul sito dal Ministero dell’Ambiente”.

“Del resto,” prosegue il presidente Gianmichele Falletto, “da quasi dieci anni, grazie alla passione e alla competenza di biologi marini, fotografi, video-operatori e istruttori subacquei, centinaia di persone hanno potuto vivere l’esperienza di un’immersone nei mari imperiesi, senza necessariamente doversi immergere, ma imparando quanto ricco e allo stesso tempo fragile sia l’ambiente marino soprattutto quello costiero. Grazie ad attività ludiche fatte per i ragazzi, grazie a “bio-passeggiate” sulla spiaggia e manifestazioni di pulizia delle spiagge libere locali, sono state coinvolte centinaia di persone, tra adulti e ragazzi, in progetti di educazione e di sensibilizzazione volte ad attivare una collettiva rinascita del senso civico, morale e del rispetto dell’ambiente”.

“Infine”, conclude la vicepresidente Susanna Manuele, “oltre alle varie attività di sensibilizzazione, l’asd Informare organizza immersioni in collaborazione con Università ed enti di ricerca, supportando da un punto di vista tecnico-logistico le attività subacquee e svolgendo attività di divulgazione dei risultati raggiunti. Già dall’anno scorso Informare è partner della onlus OLI (Ocean Literacy Italia) per la valorizzazione della conoscenza del mare, onlus fortemente voluta ed appoggiata dalla commissione intergovernativa dell’UNESCO. Ed ancora quest’anno, grazie alla collaborazione con la Capitaneria di porto di Imperia, è stato realizzato un volantino che riassume piccole e semplici regole da seguire per vivere il mare in modo sicuro e sostenibile.”

“Visto l’impegno, la professionalità e i risultati raggiunti”, conclude il video-operatore Fabio Rossetto, “siamo felice ed onorati di esser stati iscritti nell’elenco delle realtà che hanno manifestato l’interesse al progetto PLASTICFREE e ci impegneremo ancora di più a farci ambasciatori della campagna #PlasticFree”.

Articolo precedenteTorna il Bistrot dell’Ulivo a Badalucco: svelata la locandina di quest’anno firmata da Silver di Lupo Alberto
Articolo successivo“The Colors of Japan”, il Giappone raccontato nelle foto del travel blogger Fabio Accorrà