amadeus festival sanremo

“Solo a gennaio sapremo in che modo si svolgerà la prossima edizione del Festival di Sanremo, con o senza pubblico”.

Lo ha detto Amadeus, conduttore e direttore artistico della manifestazione musicale nel corso della presentazione del format televisivo ‘AmaSanremo’ che andrà in onda su Rai1 a partire da domani sera, 29 ottobre, alle 22,45. Cinque appuntamenti settimanali oltre il gran finale del 17 dicembre dal Teatro dell’Opera del Casinò.

Ogni puntata eliminatoria vedrà confrontarsi quattro giovani cantanti per un totale di venti, frutto della selezione operata nelle settimane scorse dalla Commissione Artistica del Festival che ha dovuto scremare tra le oltre 900 proposte presentate dalle case discografiche a Sanremo Giovani.

In ogni serata eliminatoria due concorrenti più votati dal televoto, dalla stessa Commissione e da una giuria televisiva formata da Piero Pelù, Luca Barbarossa, Beatrice Venezi e Morgan, accederanno alla serata finale pre-natalizia e tra quei dieci ne verranno scelti sei che faranno parte della categoria Nuove Proposte della 71esima edizione del Festival.

A loro si aggiungeranno due concorrenti di Area Sanremo che la stessa giuria sceglierà tra gli otto vincitori del concorso gestito dalla Fondazione Orchestra Sinfonica, otto sopravvissuti che verranno eletti il prossimo 22 novembre dopo due turni di audizioni eliminatorie in un blindatissimo Palafiori di Corso Garibaldi.

Anche il Direttore di Rai1 Stefano Coletta ha rassicurato dicendo “Il Festival si farà, il nostro programma di avvicinamento prosegue senza intoppi e senza particolari condizionamenti da Covid. Siamo nella fase editoriale dell’evento che non viene frenata dall’emergenza sanitaria. Confermo la data del 17 dicembre dal Casinò di Sanremo per avere il cast completo degli otto protagonisti delle Nuove Proposte”.

In ogni puntata di AmaSanremo ci sarà un ospite tra i quali sono già confermati Arisa, Rocco Hunt, Marco Masini e Leo Gassman, oltre alle due presenze fisse Riccardo Rossi ed Ema Stockholma. Aver scelto di andare in onda il giovedì in seconda serata assomiglia molto ad una sfida a X-Factor programmato la stessa sera in diretta sino alle 23 circa.

Un duello ravvicinato che l’anno prossimo potrebbe anche diventare totale contro Sky se la Rai dovesse riuscire ad avviare il progetto di creare e produrre un suo format televisivo dedicato alle varie fasi di selezione di Sanremo Giovani e di Area Sanremo mettendo in palio un premio così importante, cioè esibirsi in diretta davanti ad una decina di milioni di telespettatori e accompagnati dall’orchestra, che Sky non può essere in grado di offrire alle sue aspiranti pop-star musicali.

Articolo precedenteApprovato il ‘decreto ristori’, primi bonifici a metà novembre. Intervista al commercialista imperiese Antonio Parolini
Articolo successivoSanremo, nuovo “Gestore delle Attese” presso l’ufficio postale in Strada S. Martino: consentirà di gestire al meglio i flussi dei clienti