Personaggio - Alla scoperta di Angelica ‘Jackie’ Sara, baby-star del Ct Sanremo

Sull’onda delle performance ottenute l’anno scorso da Gianluca Mager, tennista 25enne di Sanremo salito sino al 77esimo posto delle classifiche mondiali lo scorso mese di febbraio, il Circolo Tennis Sanremo si prepara a lanciare la candidatura di una giovanissima tennista nell’élite di questo sport in un futuro non ancora così prossimo.

Compirà 11 anni il prossimo dicembre, è cresciuta a Sanremo, si chiama Angelica Sara e all’inizio di questo mese di settembre ha compiuto una piccola-grande impresa vincendo i Campionati italiani Under11 in programma a Loano sia in singolare che in doppio.

Incontriamo ‘Jackie’ come la chiamano tutti al termine di una seduta di allenamento mattutina sui campi dello storico circolo alla Foce, con la sua allenatrice Valentine Confalonieri.

Ho iniziato a giocare che avevo solo 3 anni – racconta – ma facevo anche sci e ginnastica artistica. La scelta è caduta sul tennis perché le gare sono più lunghe e serve anche strategia contro l’avversario mentre nello sci, ad esempio, ti alleni tantissimo e poi tutto si risolve in una discesa di un paio di minuti e il tuo rivale è un cronometro e non un’altra persona”.

Durante la lunga quarantena mi sono mantenuta in forma facendo tanta ginnastica in casa e cercando esercizi su internet che mi permettessero di giocare anche senza un campo. Poi quando siamo potuti uscire sono tornata subito al circolo, mi sono allenata duramente ma ho giocato solo un torneo dato che non c’era molta scelta, e poi sono andata a Loano per i Campionati di categoria”.

“Ero testa di serie n.3 – racconta Angelica – sono entrata in finale dove ho giocato contro la testa di serie n.1 Alice Iozzi e l’ho battuta al terzo set dopo una partita dura e difficile. Un paio di giorni dopo ho giocato anche la finale del doppio con Martina Cerbo e abbiamo vinto il titolo anche questa volta al terzo set”.

“Stamattina sono qui ad allenarmi perché frequento una scuola privata che aprirà ai primi di ottobre. E così, per adesso, mi sveglio alle 8, quando sono pronta vengo subito al circolo a giocare, un’ora e mezza al mattino e altrettanto al pomeriggio, e un’ora di preparazione atletica tutti i giorni tranne la domenica. Il mio futuro lo vedo da tennista con la speranza di poter giocare quei tornei che adesso seguo in televisione”.

Tra i maestri che seguono Angelica Sara c’è Valentine Confalonieri.

“La nostra ‘Jackie’ si allena con noi da quasi quattro anni – dice – e siamo molto orgogliosi di questo risultato che ha ottenuto a Loano. Allenare lei è una fortuna, si impegna sempre al 100%, ascolta molto ed è importante a quell’età. Tennisticamente è completa, sa giocare ogni colpo, da quando l’abbiamo presa con noi ci siamo subito accorti che aveva qualcosa in più delle altre, io ho un debole per lei e ho visto che ha qualcosa di speciale e non solo nel tennis. La sua dedizione, il suo impegno e la sua serietà sono atipici per quell’età”.

“Il supporto e l’atteggiamento da parte dei genitori è davvero fondamentale a quell’età– spiega Valentine – sappiamo benissimo che i genitori possono essere il bene ma anche la rovina di tanti talenti. Con i genitori di Jackie per fortuna siamo liberi di lavorare, e ci aiutano con la loro disponibilità in tutto e per tutto.”