[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/264983462″]Ieri pomeriggio a Sanremo sono comparsi dei cartelli appesi ai cancelli di Villa Nobel, contro lo stato di degrado in cui versa la storica villa di Corso Cavallotti.

Una delle più belle ville storiche di Sanremo, luogo dove Alfred Nobel visse gli ultimi anni della sua vita, è di fatto abbandonata. Viene aperta in occasione di visite guidate e sono in molti a chiedere alla Provincia, proprietaria della villa, di prendersi cura dell’edificio simbolo di Sanremo. Tra questi anche Alfredo Schiavi, partigiano 92enne da sempre impegnato per la comunità.

“Bisogna che qualcuno si dia da fare” – commenta Schiavi – “ma siccome le cose vanno molto a rilento in questa città, qualcuno deve muoversi”.

Attivo volontario della Spi-Cgil, il sindacato dei pensionati, adesso che vive a Sanremo è anche il protagonista in prima persona di campagne di comunicazione di grande impatto: è l’uomo-sandwich che gira per i mercati con la campagna “Occhio alla lettera” per i tempi di attesa nella sanità, o che si traveste da rapinatore per avvisare i suoi coetanei su come difendersi dalle truffe.