Al via “Meditaggiasca & Expo Valle Argentina – Armea”, successo per la cena di gala al Convento di San Domenico

L’oliva taggiasca e l’olio extravergine tornano protagonisti a Taggia con l’avvio di “Meditaggiasca & Expo Valle Argentina – Armea”, l’evento dedicato ad una delle eccellenze agroalimentari della Riviera che si svolge questo weekend in collaborazione con l’Azienda Speciale della Camera di Commercio Riviere di Liguria.

Ieri sera grande successo alla cena di gala di beneficenza che ha dato il via alla manifestazione in uno dei luoghi simbolo di Taggia, il convento di San Domenico.

“Un evento che valorizza il nostro territorio, la nostra cultura e le bellezze di Taggia – afferma Mario Conio, sindaco di Taggia – Per dare il via è meraviglioso essere accolti nel Convento dei domenicani. Saranno due giorni molto intensi e interessanti con protagonista la nostra oliva e tutti i prodotti legati alla taggiasca. Tanti produttori del territorio e realtà che rendono l’ambiente vivo e bello”.

Alle parole di Conio fanno eco quelle del vicesindaco Chiara Cerri: “Meditaggiasca torna a Taggia e lo fa inserendosi nel contesto di Expo Valle Argentina – Armea perché volevamo promuovere non solo le eccellenze enogastronomiche ma anche il nostro centro storico e le persone che danno luce al nostro Comune”.

Presente anche Enrico Lupi, vicepresidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria che commenta: “Questa edizione, anche se deve ancora decollare, è particolarmente riuscita perché vi è grande entusiasmo, molte imprese, un circuito della ristorazione, cuochi di eccellenza, cultura e convegni. La dimensione cresce di anno in anno raggiungendo livelli molto interessanti”.

I fondi raccolti durante la cena, a cura del Centro Culturale Tabiese, con la collaborazione di Eventi e Momenti di Matteo Calabrese, sono a favore della Confraternita del Gonfalone e della Confraternita della Santissima Trinità, per il restauro di due importanti organi.

“Il Centro Culturale Tabiese si propone come aiutante per dare una mano – spiega il Presidente Giorgio Revelli – In modo particolare per la cena di questa sera perché se in questi giorni gusteremo delle eccellenze tipiche del territorio per la degustazione, abbiamo anche un’altra eccellenza che è l’aspetto umano e le Confraternite ne sono un raro esempio”.

Quest’anno la preparazione del menù è stata affidata alla Federazione Italiana Cuochi in collaborazione con ex allievi dell’Istituto Alberghiero di Taggia. Gli chef Livio Revello e Bruno Guasco, presidente provinciale e vicepresidente provinciale della Federazione Cuochi, ci hanno raccontato cosa hanno presentato nei piatti.

Gli ospiti hanno potuto gustare un percorso culinario ideato attorno all’uso dell’olio extravergine: “Partiamo con un’insalata di coniglio condita con un’emulsione di olio extravergine – racconta Bruno Guasco – poi continueremo con un raviolo di stoccafisso con pinoli, pomodoro e olio. Continueremo con un carré di agnello con una salsa di zucca e infine come dessert una bavarese all’olio d’oliva e agrumio”.

Livio Revello ha svelato la particolarità che distingue l’oliva taggiasca dalle altre varietà: “Io sono cresciuto con il mito dell’olio che sta un po’ bene ovunque. Noi qui non possiamo non utilizzare l’olio è un nostro vanto e orgoglio. Ciò che distingue la taggiasca è il suo essere molto delicata, ha un tatto al palato e c’è quel filo di acidità che stacca bene su tutti i piatti, dall’antipasto al dolce”.