Al porto di Marina degli Aregai il primo Seabin del Ponente ligure, il cestino che pulisce il mare dalla plastica

Sarà operativo da oggi nel porto di Marina degli Aregai il primo Seabin del Ponente ligure, il “cestino del mare” che ripulisce l’acqua da plastiche e microplastiche.

L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto “LifeGate PlasticLess” che, attraverso la raccolta dei rifiuti plastici nelle acque dei porti e nei circoli nautici, ha l’obiettivo di contribuire alla diminuzione dell’inquinamento e di promuovere un modello di economia e di consumo circolare. Fondamentale è stato il contributo di Geomagworld, azienda leader nel settore del giocattolo con sede in Svizzera che ha deciso di impegnarsi attivamente nel progetto.

L’innovativo dispositivo sarà in grado di recuperare dall’acqua circa 1,5 chilogrammi di detriti al giorno, ovvero oltre 500 Kg di rifiuti all’anno, comprese le microplastiche fino a 2 millimetri di diametro e le microfibre fino a 0,3 mm.

Oggi l’inaugurazione, presso Aregai Marina Hotel, a cui hanno presenziato le autorità locali, tra cui Marco Scajola, Assessore Regionale all’Urbanistica, Gianni Berrino, Assessore Regionale al Turismo, l’Ammiraglio Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, Filippo Gallizia, General Manager di Geomagworld, Enea Roveda, CEO di LifeGate e Sabina Airoldi dell’Istituto Tethys. A fare gli onori di casa, Beatrice Parodi, Presidente del Gruppo Cozzi Parodi.

Il tema della responsabilità ambientale è fondamentale per la nostra azienda – ha commentato Filippo Gallizia, General Manager di Geomagworld SA – Tramite l’adesione al progetto LifeGate PlasticLess e la sponsorizzazione di un nuovo Seabin, pensiamo di dare un piccolo ma significativo contributo in questo senso, certi che i grandi risultati si ottengano sommando azioni concrete con continuità e convinzione”.

Dopo il successo del primo anno di attività,l’obiettivo è quello di continuare questo percorso per diffondere la presenza dei Seabin di LifeGate PlasticLess in tutto il territorio nazionale e nel resto di Europa, ridurre i rifiuti plastici presenti nelle acque dei nostri mari, laghi e fiumi e creare maggiore consapevolezza su questa problematica ambientale oggi così importante”, spiega Enea Roveda, CEO di LifeGate.

Nel video-servizio di Riviera Time le interviste a Enea Roveda, Filippo Gallizia, Sabina Airoldi, Marco Scajola e Gianni Berrino.