D'indaco era il Mare

Nell’ambito del Bordighera Book Festival sabato 29 agosto alle ore 17.45 al Buga Buga spazio verrà presentato “D’indaco era il mare” di Marzia Taruffi (De Ferrari editore). Il gruppo P.E.N.E.L.O.P.E ha creato un reading di parole e musica seguendo la vita le scelte e il destino di Leo, il presidente della Green si intreccia con quelle dei suoi manager tra chi deve decidere di provare la carriera politica e chi deve dimostrare a se stesso di poter rispettare un antico codice morale. Passato e presente si alternano in una città, Sanremo che cambia fisionomia in cinquant’anni di storia, spesso laboratorio politico con valenza nazionale, seguendo gli errori e i successi dei tanti personaggi che si affannano per arrivare in tempo al loro appuntamento quando il mare diventa più scuro nel rosso del tramonto. Una storia dove le vicende si intrecciano e camminano rapide secondo un concetto di tempo “malato” che va più veloce del respiro, disposto solo a fermarsi davanti alla bellezza, al dolore o al momento della scelta “perfetta”. Una determinazione che arriva per tutti, in un’esistenza che non fa sconti. Arriva il momento di fermarsi davanti all’indaco del mare, guardando più avanti con la certezza di aver collezionato errori e sconfitte, vittorie e successi per il solo fatto di essere rimasti autentici.

L’indaco segno di riflessione di un pensiero più forte di ogni emozione verrà interpretato dal quadro “Vele nell’indaco del mare” della pittrice Avv. Antonella Cotta.

Marzia Taruffi, giornalista professionista, laureata in Giurisprudenza, cura il settore Stampa e Cultura del Casinò di Sanremo. È Cavaliere dell’Ordine della Repubblica. Premio Giornalistico dell’istituto Internazionale di Diritto Umanitario 2010. Premio san Francesco di Sales 2011.

È stata corrispondente per Avvenire, La Repubblica – Il lavoro. Ha scritto per i quotidiani La Stampa e il Secolo. È stata direttore responsabile della testata televisiva Tg Riviera dei Fiori.

Ha curato diversi saggi sulla storia del Casinò di Sanremo, tra cui “Uno Cento, Mille Casinò di Sanremo”. Ha scritto il libro di poesia “In nome”.

“D’indaco era il mare” è il primo romanzo di narrativa.

Articolo precedenteCoronavirus: la Costa Azzurra e il Var tornano in zona rossa. Anche il Belgio impone il test a chi rientra dal sud della Francia
Articolo successivoImperia: dall’assessore Scajola un premio alla giovane bagnina Martina Greggio