video
02:44

È stato presentato ieri pomeriggio, ai Martedì Letterari del Casinò di Sanremo, il libro Confessioni spudorate. Le quattro stagioni di una donna italiana (Bertoni editore) di Pier Francesco Pingitore.

Drammaturgo, regista, sceneggiatore e autore televisivo italiano, Pingitore è noto soprattutto per aver dato vita, insieme a Mario Castellacci, alla compagnia de Il Bagaglino.

“Un viaggio che ripercorre una vita di donna, che è un po’ parallela alla mia – ha spiegato l’autore. – Io ho qualche anno in meno della protagonista Elena, che inizia le sue esperienze a metà della Seconda Guerra Mondiale. Poi il romanzo continua, facendo dei salti, narrando episodi che si svolgono in punti centrali della nostra storia, per cui alla fine è una piccola storia d’Italia. Ho creato il carattere di Elena come quello di una donna forte, che non deve rivaleggiare con il maschio ma che ha assolutamente le sue prerogative che le vengono comunque riconosciute. È una donna determinata che non ha nulla delle fragilità, pur essendo una donna eccezionalmente femminile”.

Trama

Elena è una donna. Una vera donna. Femminile, passionale, trasgressiva, ma anche materna, decisa, coraggiosa. Vive intensamente ogni attimo della sua vita, soprattutto il sentimento più profondo che l’essere umano può provare: l’amore. La sua lunga storia si snoda attraverso ben sei decenni di storia italiana, dagli anni Quaranta, devastati dalla Seconda Guerra Mondiale al 2020, soggiogato dall’epidemia del coronavirus, passando attraverso i boom economici degli anni Sessanta e Ottanta, il terrorismo degli anni Settanta, i mutamenti sociali degli anni Duemila. Una storia personale, intima nella quale si può leggere anche la storia del nostro bel Paese.