[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/” videourl=”https://vimeo.com/220669161″]Ci avviciniamo a luglio, mese in cui il Consiglio di Stato dovrà pronunciarsi in merito ai ricorsi presentati contro la sentenza del Tar di Genova relativa alla decadenza della concessione demaniale marittima in capo alla Porto di Imperia Spa.

Nei prossimi mesi la Cassazione si pronuncerà anche sul fallimento della Porto Imperia Spa. Due procedimenti importanti che è da chiarire se, e quanto, andrebbero ad incidere sul progetto dell’amministrazione comunale e della Go Imperia di acquisire la gestione del porto.

Intanto, continuano le polemiche e i forti dubbi di chi ha lavorato una vita nel settore della nautica, in riferimento ai cantieri navali all’interno del porto turistico, che tornano a chiedere più spazi per sopravvivere e la realizzazione delle opere promesse dall’amministrazione.

Ne abbiamo parlato con Giancarlo Dolla, ex amministratore della Imperia Yacht Service, e con Giuseppe Zagarella, Vicesindaco di Imperia.

Articolo precedenteSorpresi all’interno di un’abitazione: arrestati due 28enni a Sanremo
Articolo successivoMario, napoletano, eterosessuale, domenica racconterà l’amore omosessuale e l’Amore in generale.