valerio urso

Il sindaco di San Bartolomeo al Mare, Valerio Urso, torna sulla questione dell’acqua e delle troppo soventi crisi idriche che il levante della provincia è costretto a subire.

“Voglio ringraziare – anche a nome della Giunta e dei Consiglieri comunali – i tecnici di Amat e Rivieracqua, i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale e tutte le forze dell’ordine, gli uffici comunali e soprattutto le donne e gli uomini della Protezione Civile per aver supportato la popolazione e aver contributo in modo determinante alla soluzione delle problematiche venutesi a creare a causa della rottura dell’acquedotto avvenuta nei giorni scorsi a Imperia.

Confermo tutto il mio impegno e quello della Amministrazione in carica per la ricerca della soluzione definitiva al problema idrico di San Bartolomeo al Mare, che – come per altri servizi – deve essere gestito collegialmente insieme ad altri Comuni ed Enti sovraordinati. Come alcuni media hanno riportato, la soluzione potrebbe non essere così lontana e confido nell’impegno e nella professionalità della dottoressa Gaia Checcucci, commissario ad acta presso la Provincia di Imperia per le funzioni di governo dell’Ato Ovest per il servizio idrico integrato, affinché questo avvenga presto e bene. Auspico da parte di tutti un maggior senso di comunità, evidenziando come il Comune di San Bartolomeo al Mare abbia fatto da tempo, così come molti altri Comuni, tutti i passaggi che erano stati concordati per arrivare in tempi brevi alla corretta gestione unica dell’acqua, compresi gli accantonamenti a bilancio. Noi siamo da tempo, da troppo tempo, il Comune che subisce maggiori danni dalle mancate decisioni e dai problemi burocratici degli altri Comuni. E’ ora di ricordarsene e di mettere veramente questo punto al primo punto delle cose da fare, da domani mattina, fino a che non sarà risolto.

Articolo precedenteRegionali, il candidato Sappa a Pontedassio per incontrare l’amministrazione e i commercianti
Articolo successivoDiano Gorleri, si chiudono stasera con un concerto di organo e violino i festeggiamenti di San Nicola