video
05:02

Oggi vi mostriamo una vera gemma del nostro territorio da un punto di vista privilegiato: ci troviamo infatti nel laboratorio di restauro Bonifacio a pochi centimetri da una splendida pala d’altare del Cinquecento dedicata a San Giorgio, patrono di Montalto Ligure nella cui omonima chiesa era collocato. Trasferito poi nella parrocchiale di San Giovanni Battista, l’opera era stata restaurata negli anni cinquanta ma versava in condizioni critiche.

Il nuovo restauro, finanziato da Banca Intesa, ha potuto ridonare vita e bellezza ad uno dei numerosi segni dell’opera di Ludovico Brea, pittore nizzardo ma le cui origini familiari erano legate proprio al borgo di Montalto Ligure. Ultima opera che ci rimane della sua produzione, il polittico partirà venerdì alla volta di Napoli dove rimarrà esposto fino a settembre alle Gallerie d’Italia.

A raccontarci la storia dietro all’opera sono Alfonso Sista, storico dell’arte ed ex funzionario presso i Beni Culturali di Savona e Imperia, e Riccardo Bonifacio che ha condotto il restauro durato un anno, facendoci apprezzare tutto ciò che compone l’opera d’arte, dal legname utilizzato ai ripensamenti pittorici visibili da vicino, dai dettagli pittorici dei paesaggi ai nomi dei sindaci di Montalto che commissionarono l’opera.

Un gioiello della valle Argentina di cui attendiamo il ritorno con grande gioia.