video

Si sono svolti questa mattina a Imperia i festeggiamenti per Santa Barbara, patrona della Marina Militare e dei Vigili del Fuoco. Questa ricorrenza rappresenta anche un momento in cui vengono tracciati i bilanci di un anno di attività molto intensa.

Per quanto riguarda la salvaguardia della vita umana in mare, compito primario della Guardia Costiera, le dipendenti motovedette CP 882, CP 2110 e CP 715 (dislocate presso il porto di Imperia) e CP 864 (dislocata presso il porto di Sanremo) sono state chiamate ad effettuare nel complesso 60 operazioni di assistenza e soccorso in mare, durante le quali hanno prestato soccorso a 130 persone.

Numerosi sono stati i controlli a terra ed in mare svolti dai militari della Guardia Costiera, con l’obiettivo la sicurezza della navigazione e portuale, la protezione della fascia costiera riservata alla balneazione, il rispetto delle norme ambientali e sulla pesca, anche a tutela dei lavoratori del settore, delle risorse ittiche e dei consumatori finali. Sono stati elevati, nel complesso 289 verbali amministrativi ed emesse 61 Ordinanze di ingiunzione di pagamento, pari a circa 50 mila euro. In totale sono state comunicate all’Autorità Giudiziaria competente 25 notizie di reato, soprattutto in materia demaniale, ambientale e sulla filiera della pesca, ed effettuati 5 sequestri penali e 17 amministrativi con oltre 180 Kg di prodotti ittici e 3 attrezzature da pesca non conformi o non consentite.

Tra le attività investigative del 2019 meritano un cenno i controlli sul demanio marittimo nel periodo estivo, con il sequestro di numerose attrezzature balneari collocate senza titolo sugli arenili, con conseguente restituzione al libero uso collettivo delle porzioni di litorale abusivamente occupate.

Non sono mancate le varie attività tecnico-amministrative quali 173 Ordinanze e 203 Autorizzazioni rilasciate per regolamentare aspetti di sicurezza della navigazione e portuale, 600 patenti nautiche circa rilasciate o rinnovate, 230 pratiche di iscrizione, passaggi di proprietà, cancellazioni o dismissioni di bandiera di unità navali gestite dall’ufficio naviglio e diporto, oltre 350 istanze varie presentate dai marittimi, iscritti nei registri della Capitaneria di Porto di Imperia, che spesso sono lontani dai loro posti di origine perché imbarcati su navi di bandiera estera, senza dimenticare la quotidiana collaborazione con le Cooperative e gli armatori del ceto peschereccio, per garantire l’attività in sicurezza della flotta peschereccia della provincia di Imperia.

Per quanto riguarda l’attività dei Vigili del Fuoco, l’opera di soccorso si può sinteticamente riassumere in circa 4423 interventi complessivi di cui:
– 636 richieste per incendio;
– 144 richieste per incidenti stradali;
– 250 richieste per dissesti statici;
– 353 richieste per danni d’acqua;
– 3040 richieste per soccorsi vari (quali soccorso a persona, taglio di alberi pericolanti, apertura porte, soccorso ad animali, ecc ).

L’attività di prevenzione incendi ha riguardato:
– 1700 pratiche evase, di cui:
– 765 esami di progetti e rinnovi Certificati di Prevenzione Incendi
– 605 sopralluoghi, alcuni dei quali in seno a Commissioni esterne
– 330 altri tipi di procedimenti di prevenzione incendi

L’attività di polizia giudiziaria ha riguardato:
– 194 sopralluoghi di verifica a seguito di esposti-denuncia e di intervento di soccorso
– 133 informative all’Autorità Giudiziaria
– 5 procedimenti sanzionatori ai sensi del D.Lvo n.758/94
– 170 istanze evase di accesso agli atti amministrativi Legge 241/90

L’attività di formazione esterna ha visto l’espletamento di:
Corsi antincendio D.Lvo 81/08 (sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro)
– 24 corsi espletati
– 914 lavoratori formati (come addetti alle emergenze nei luoghi di lavoro)
– 914 abilitati alla lotta antincendio nei luoghi di lavoro
– 20 volontari di protezione civile formati per l’emergenza incendi
Servizi di vigilanza
– 363 servizi espletati. (Teatri, Discoteche, Esposizioni, Fiere).