A Badalucco gli strumenti artigianali del giovane liutaio David Ferrarese

Si chiama David Ferrarese il giovane liutaio che è riuscito a trasformare la sua passione in una professione. Appassionato di chitarra fin da bambino e con una particolare propensione al lavoro manuale, ha deciso di unire le sue vocazioni e dedicarsi all’antica arte della liuteria.

Proprio a Badalucco ha deciso di aprire il suo laboratorio dove realizza strumenti a pizzico ed in particolare chitarre classiche ed acustiche.

“Ho cominciato ad avvicinarmi a questa professione quando ho fatto uno stage a Copenaghen da un mio amico che costruisce chitarre e poi ho iniziato una scuola di liuteria a Mittenwald in Germania dove ho vissuto per tre anni. È stata un’esperienza molto bella”, racconta ai microfoni di Riviera Time.

Ma perché David ha scelto proprio Badalucco? “Qui mi trovo molto bene, c’è una bella atmosfera e sono cresciuto qui. Il mio obiettivo è aprire il negozio e diffondere questo mestiere in Liguria e far capire alla gente che vantaggi ci sono ad avere uno strumento artigianale. Mi piacerebbe anche fare in futuro dei corsi di formazione all’interno del mio laboratorio”.

Gli strumenti di liuteria sono infatti diversi rispetto a quelli che si trovano nei negozi: “Cambia molto la scelta dei legni, io utilizzo quelli stagionali e inoltre il cliente si sceglie lo strumento su misura. Si può scegliere la selezione del legno, il manico e la qualità del suono”.

Per avere lo strumento finito David impiega circa un mese e mezzo: “C’è molto lavoro dietro e tante cose quando lo strumento è completato non si vedono, però si parte dalla progettazione e tanta creazione di dime. Ci vuole molta sperimentazione e tanta creatività, io cambio spesso molte cose fino a quando lo strumento non mi soddisfa”.

Tutte le curiosità nell’intervista a David Ferrarese.