Era a bordo di un pullman proveniente da Barcellona e diretto a Milano. È stato fermato alla barriera autostradale di Ventimiglia dalla Polizia di Frontiera e successivamente arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti. Protagonista O.P., cittadino ghanese di 38 anni.

A seguito dei consueti controlli, durante il quale l’uomo risultava essere particolarmente teso, il 38enne è stato condotto in Ospedale, dove la TAC ha fatto emergere la presenza di ovuli di cocaina all’interno della cavità addominale, per i quali sono occorsi tre giorni prima che venissero espulsi.

Gli ovuli erano in totale 69 e grandi ben 5 cm, per un peso complessivo di 1,2 Kg. La cocaina, sequestrata e sottoposta a verifica, è risultata essere di un alto grado di purezza, tanto che il valore stimato supera i 100 mila euro. All’uomo, semplice corriere, era stata data invece una cifra irrisoria.

Completate le procedure mediche, il 38enne ghanese è stato tratto in arresto ed associato al carcere di Imperia. “Questo eccellente risultato dimostra ancora una volta l’elevata specializzazione del personale della Polizia di Stato”, commenta il dirigente dr. Martino Santacroce. “Il dispositivo di sicurezza presente in frontiera,  capillare e ben strutturato, prevede una maglia di controlli molto stretta seppur non sistematica nel rispetto del tratto di Schengen”.

Articolo precedenteSanremoinfiore, la sfilata dei carri slitta alle 14.30 per l’incognita maltempo
Articolo successivoFloranga, il fiore protagonista a Villa Ormond