“14mila vaccini in più dalla prossima settimana”. Lo ha annunciato nella tarda serata di ieri il presidente di regione Liguria Giovanni Toti. Una spinta propulsiva a una campagna vaccinale anticovid che stenta a decollare.

5400 andranno alla Asl1 per vaccinare il personale della scuola e delle forze dell’ordine prima che scada l’ordinanza con le misure restrittive – prosegue Toti. 2.200 andranno alla Asl2, 4.000 alla Asl3, 750 in Asl4, 1.450 alla Asl5, 400 al San Martino e 550 al Galliera di Genova. Sulle altre province questi vaccini in più riguarderanno l’Università di Genova, le forze dell’ordine e il personale indispensabile dello Stato”.

Il governatore ha poi tracciato un piccolo bilancio di quanto fatto fin qui: “La campagna vaccinale in Liguria non si ferma: abbiamo già somministrato oltre 127 mila dosi, il 5,63% dei liguri hanno ricevuto almeno la prima dose, mentre il 2,58% hanno già completato il ciclo, percentuali superiori a quelle nazionali, pari rispettivamente al 5,26% e al 2,43%. Risultati che miglioreremo ancora: oltre ai 14mila vaccini in più dalla prossima settimana, quando il sistema andrà a regime, con l’intervento dei medici di medicina generale dal 15 marzo, arriveremo a 45mila vaccini settimanali. Intanto continuano senza sosta le somministrazioni agli over 80, che concluderemo come promesso entro fine maggio: al momento solo il 2.4% delle prenotazioni è oltre questa data, tutti gli altri sono già stati riprogrammati. Prima metteremo al sicuro i cittadini con il vaccino, prima potremo tornare finalmente alla normalità, l’impegno della Liguria è massimo!”.

Articolo precedenteSanremo, interventi di ‘restauro’ ambientale a Monte Bignone: al via il progetto transfrontaliero Biodivalp
Articolo successivoEmorragia di ascolti per il Festival. La seconda serata perde oltre il 20% rispetto all’anno scorso