50 anni dall'allunaggio: ai Martedì Letterari ospite Franco Malerba, il primo astronauta italiano

È ripartita ieri pomeriggio la stagione autunnale dei Martedì Letterari del Casinò di Sanremo e il primo illustre ospite è stato l’Ing. Franco Malerba che ha presentato il libro: ”Professione astronauta. La lunga strada per arrivare allo spazio” (Sagep).

Malerba è stato il primo astronauta italiano della storia, avendo fatto parte dell’equipaggio portato in orbita dallo Space Shuttle Atlantis il 31 luglio 1992 nel corso della missione STS-46: “Oggi racconto la mia storia che è particolare, il primo sbarco italiano nello spazio e come tutte le prime volte, è sempre un po’ più complicato. Oggi il sistema è più strutturato, ai miei tempi la questione era più complessa. La mia storia si intreccia anche con quella dello spazio italiano”, racconta.

Il libro, scritto in collaborazione con il giornalista esperto di storia dell’astronautica, Antonio Lo Campo, ripercorre tutte le tappe della sua ascesa, raccontando le scelte e i retroscena – a volte singolarmente intrecciati con la storia d’Italia della fine del secolo scorso – che hanno designato Franco Malerba primo italiano a volare nello Spazio.

Nel 2019 si ricorda i cinquant’anni dal primo sbarco sulla Luna, un passo decisamente importante per la scienza e per l’umanità: “L’uomo si rese conto per la prima volta della realtà del pianeta Terra, abbiamo visto la Terra sorgere da un corpo celeste diverso dal nostro pianeta e ciò ci ha insegnato che la Terra è una stazione spaziale”.

“Un domani torneremo verso la Luna ma non sarà facile andare più lontano. Si parla di Marte ma una volta abbandonato il campo magnetico terrestre saremo esposi alle radiazioni e questo limita notevolmente la capacità di andare lontano”, conclude.