Dopo aver minacciato la madre e scardinato la porta d’ingresso della sua abitazione, nella serata di lunedì, è stato tratto in arresto un 35enne imperiese con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

La vicenda avrebbe avuto origine da rifiuto della madre di accogliere in casa il figlio a causa della tossicodipendenza del ragazzo.

Per fermare il ragazzo e per evitare altre violenze sui propri famigliari e sulle forze dell’ordine, gli agenti di polizia hanno utilizzato uno spray al peperoncino.

Denunciati in stato di libertà anche due suoi fratelli.