polizia

La Polizia Stradale di Imperia ha fermato e segnalato all’Autorità Giudiziaria un 30enne di nazionalità marocchina per svariati reati tra cui riciclaggio e detenzione di materiale pedopornografico.

L’autocarro si trovava in panne in una piazzola di sosta al chilometro 113 dell’A10 quando una pattuglia della polizia si è fermata per prestare soccorso. Il controllo della banca dati ha però permesso di identificare l’uomo già indagato per furto di pannelli fotovoltaici.

Gli agenti hanno così controllato il mezzo trovando nel vano oltre 200 pannelli fotovoltaici rubati.

All’interno del cellulare del 30enne erano, inoltre, presenti diversi video pedopornografici e un filmato particolarmente violento che riproduce cadaveri squartati secondo il rito funerario tibetano.

Articolo precedente1995 – Arriva una nuova potatura per gli olivi nel ponente
Articolo successivoStudenti di Riva Ligure a lezione di antimafia con Giovanni Impastato