video
08:59

Pochi giorni alla fine del 2021, è tempo di bilanci. Primo tra questi lo fa a Riviera Time l’assessore regionale Gianni Berrino delegato a Turismo, Lavoro e Trasporti.

“Il bilancio di quest’anno va diviso in due o forse, addirittura, in tre parti – esordisce l’assessore. Abbiamo avuto i primi cinque mesi con quasi un lockdown, il coprifuoco serale e difficoltà di movimento tra regioni. Abbiamo comunque fatto un’opera di promozione con eventi come il Festival di Sanremo, la Milano-Sanremo e anche alcune fiere virtuali.

L’estate – prosegue – è stata invece di successo con un agosto che ha eguagliato i dati pre pandemia e in alcune località li ha anche superati. Anche settembre e ottobre sono stati molto buoni. Ora ci saremmo attesi un grande dicembre, ma le notizie sulla nuova variante stanno frenando di molto il movimento turistico”.

Dal turismo ai trasporti sui quali Berrino dice: “Con 17 nuovi treni è stato sicuramente un anno positivo. Abbiamo comprato decine e decine di autobus, siamo riusciti a sostituire gli ex Thello con due Freccia bianca e abbiamo riaperto anche la ferrovia Cuneo – Ventimiglia”.

Ultimo capitolo riservato al lavoro con un bilancio penalizzato, anche qui, dal covid-19: “…sono comunque contento di aver speso circa il 97% del fondo sociale europeo ottenuto oltre ad aver fatto molti interventi di politiche attive del lavoro e alcune manovre importanti come il patto sul bonus turismo che ha contribuito all’assunzione di oltre tremila lavoratori – spiega l’assessore”.

Berrino si è poi proiettato verso il 2022 parlando di raddoppio ferroviario Andora-Finale Ligure: “Il commissario Macello ha dichiarato che entro la fine dell’anno vorrebbe approvare il progetto preliminare che dovrebbe portare al definitivo in breve tempo. L’opera durerà sette anni e ci consentirà, con 32 km, 25 di galleria, di abbreviare i tempi di percorrenza fino a 30 minuti consentendoci inoltre di arrivare in pianura Padana molto più velocemente con l’incrocio anticipato con il terzo valico”.

Conclusione dedicata all’atteso ritorno del Giro d’Italia in Liguria: “Secondo noi è una grande opportunità di promozione turistica del territorio – dichiara l’assessore. Spero che tutte le amministrazioni ne capiscano l’importanza con le due tappe Parma – Genova e Sanremo – Cuneo. La Regione ha investito su questo e pensiamo che il ritorno possa essere altissimo”.

Articolo precedenteBalneari, l’assessore regionale Scajola: “Massima disponibilità a collaborare per tutelare le imprese. Il governo faccia chiarezza”
Articolo successivo“Regole certe e durature, vogliamo restare aperti”. Andrea Di Baldassare rilancia l’appello della Confcommercio al Governo