Inizia domani alle 21.30 all’Arena della Scibretta la Rassegna Touscouleurs.

Ad aprire le danze l’Atse Tewodros Project, che prende il nome da uno dei più amati Imperatori della storia d’Etiopia, è un progetto che mette in dialogo musicisti etiopici di tradizione e musicisti italiani, su memoria storica, futuro comune, convivenza e migrazione.

Il concerto presenta una varietà di brani da ascoltare, da ballare, brani tradizionali legati alle diverse etnie etiopiche e brani su impianto tradizionale ibridati da suoni moderni. Vincitore del bando Expo dedicato a tutto il continente africano “Energy, Art & Sustainability for Africa“ e 9° classificato su 500 progetti del Bando “Migrarti” del Ministero dei Beni Culturali.

Atse Tewodros Project è formato da: Fabrizio Puglisi, pianoforte; Tommaso Ruggero, percussioni e batteria; Camilla Missio, basso e musicisti etiopici di tradizione: Endres Hassan, violino monocorda; Mesele Asmamaw, lira etiopica; Yohanns Afework, flauto di canna di fiume; Mesale Legesse, batteria tradizionale etiopica e l’ideatrice scrittrice/performer/cantante Gabriella Ghermandi, voce.

Articolo precedente1990 – Il corteo storico sfila per le strade di Ventimiglia
Articolo successivoLe note della Sinfonica accompagnano le serate sanremesi