150 anni di Villa Nobel nell'ultimo libro di Guglielmi Manzoni

Nei giorni scorsi è stato pubblicato l’ultimo sforzo letterario di Alberto Guglielmi Manzoni relativo a uno dei più importanti patrimoni del territorio matuziano e intitolato: “La villa di Alfred Nobel a Sanremo. Tra storia, misteri e personaggi. Notizie dal 1870 al 2018“.

“Sono molteplici i misteri e le curiosità riguardanti questa costruzione”, ci racconta Alberto, “a partire dalla sua creazione, a cura di Filippo Grossi e ordinata dal celebre farmacista Pietro Vacchieri; successivamente appartenne ai Patrone, famiglia arricchitasi tramite la vendita del guano. Solo successivamente divenne Villa Nobel, nel periodo in cui lo scrittore, poeta, inventore e chimico svedese più famoso del mondo vi soggiornò, ossia dal 1891 fino alla morte nel 1896. Dopodiché, la casa fu nuovamente abitata dal nobile Juan Parodi, artefice della cappella della Mercede, a San Martino.”

Un’altra curiosità: prima di trasferirsi nella villa, Nobel ne volle il restauro e per questo si rivolse a Pio Soli, celebre ingegnere artefice dei progetti di diversi edifici in terra matuziana.

“Un tempo, Villa Nobel era patria di cultura, avendo ospitato dibattiti e conferenze di grandi intellettuali“, è uno dei pensieri proposti da Alberto: ebbene, sembra che il suo desiderio sarà presto accontentato, con l’avvento, questo dicembre, del Nobel Week, evento organizzato per ospitare tre geni insigniti del premio dedicato a questo famoso svedese.

Guglielmi Manzoni è uno scrittore, filosofo e oratore sanremasco, laureato in Germania; sono già diversi i volumi che questi ha pubblicato nell’ambito culturale della Riviera.

Nel video-servizio di Riviera Time si trova l’intervista integrale all’autore.