In queste settimana si sta parlando molto della proposta di legge presentata dall’onorevole ventimigliese Flavio Di Muro. Il documento prevede di alzare l’attuale franchigia d’esenzione Irpef destinata ai lavoratori frontalieri da 7.500 a 10.000 euro. Inoltre, prevede l’introduzione per la prima volta di questo bonus fiscale (7.500 euro) anche per i pensionati frontalieri.

Sulla questione interviene oggi anche il candidato alla carica di sindaco a Ventimiglia, Gaetano Scullino.

“Almeno 4000 persone tutte le mattine si spostano e vanno a lavorare in Francia o a Monaco. La sera ritornano a Ventimiglia e portano un’economia in città. Queste persone hanno bisogno di essere aiutate. Ben venga la proposta concreta dell’onorevole Di Muro,” commenta.

“La grande novità riguarda i pensionati frontalieri che sono 8000 a Ventimiglia. A questo bonus la città dovrebbe impegnarsi a promuovere un nuovo centro per anziani, accogliente dove poter passare il tempo tra un’attività e l’altra,” aggiunge.