Nell’ambito del Progetto Formae Lucis dedicato alla valorizzazione del patrimonio artistico diocesano e all’approfondimento sui temi della storia dell’arte, tra dicembre 2021 e maggio 2022 saranno proposti a Imperia 5 incontri formativi per approfondire temi di storia dell’arte. Le lezioni saranno dedicate, nello specifico, agli insegnanti di religione, ma saranno aperte a tutti gli interessati. Ogni incontro durerà due ore circa, e si svolgerà dalle 18.00 alle 20.00. Gli appuntamenti saranno esclusivamente in presenza (obbligo di green pass) e non saranno registrati.

“Beeldenstorm”, ovvero la tempesta delle immagini, questo il titolo di un ciclo di incontri che si concentrerà sullo studio del culto delle immagini e delle lotte che ne hanno coinvolto l’utilizzo e la produzione. Le lezioni forniranno la base per comprendere lo sviluppo della storia del pensiero occidentale, soprattutto nei suoi momenti di maggior crisi e rinascita.

Gli incontri si terranno all’Oratorio di San Sebastiano di Via Agnesi, a Imperia e avranno al centro specifici mutamenti artistici, dal III al XXI secolo. Questo il calendario:

  • 10 Dicembre: Iconoclastia e venerazione: Le guerre mediante immagini nella storia. Panoramiche.
  • 11 Febbraio: Allegoria e geometria: dalla mistica medievale alle chiese moderne: temi di architettura sacra
  • 11 Marzo: Le arti nella teologia. Dalla liturgia all’analogia
  • 8 Aprile: Il volto e il corpo come paradigma: dal Sacro Volto agli azionisti viennesi.
  • 13 Maggio: Episodi di storia dell’arte sacra. Esempi di interesse iconologico.

Docenti del ciclo di lezioni saranno Don Emanuele Caccia, Baccalaureato in Teologia presso Seminario Arcivescovile di Milano, Laureato in studi storico artistici presso università “La Sapienza” di Roma. Vicedirettore Museo Diocesano e Battistero; Addetto all’Ufficio Beni Culturali Diocesi di Albenga-Imperia. Don Francesco Ramella, laureato in teologia Dogmatica presso Pontificia Università Gregoriana, Dottore in antichità classiche presso Università di Genova. Vice direttore Biblioteca Diocesana, Vice direttore Archivio Diocesano. Prof. Anna Marchini, laureata in storia medievale, conservazione beni culturali e lettere presso Università di Genova. Ricercatrice e studiosa.

Articolo precedentePossibili strette sul green pass, il dott. Colombo: “C’è la spinta a mandare le persone a vaccinarsi”
Articolo successivoUna giornata di terze dosi di vaccino per gli over 60 al frantoio Roccanegra di Chiusavecchia