In corso Cavallotti, proprio a fianco di Palazzo Bellevue sede del Comune, sorge Villa Zirio, uno degli edifici storici più illustri di Sanremo.

Fu edificata nel 1887 su progetto dell’architetto Bérengier di Marsiglia, su commissione del facoltoso avvocato sanremese Giovanni Battista Zirio.

La villa rispecchia i canoni classici dell’epoca. La grande loggia centrale le due eleganti scalinate dell’entrata principale e l’armonico timpano di coronamento, garantiscono una sobria quanto piacevole simmetria.

L’edificio ha uno stretto legame con la storia di Sanremo. Nel 1887 ospitò sua altezza Federico III, re di Prussia e Imperatore di Germania. Ancora in qualità di erede al trono, colpito da cancro alla laringe, giunse nella città dei fiori per godere del suo clima e della vicinanza al mare.

Una targa in bronzo ricorda il soggiorno dell’illustre ospite. Anche il compositore Richard Wagner, non ancora famoso, soggiorno per un breve periodo a Villa Zirio, che è ora proprietà del Comune e ospita diversi uffici.

Ai piedi della villa si estende un maestoso giardino realizzato su disegno dell’architetto Lodovico Winter di Bordighera. Una grande varietà di piante fanno di questo parco un luogo di prima importanza ambientale e botanica. Palme, fiori, verdi aiuole, e due enormi ficus, piante originarie dell’australia, che rimangono veri e propri monumenti simbolo del giardino e della villa stessa.