Il 9 maggio 1978 Peppino Impastato veniva assassinato per la sua presa di posizione contro Cosa Nostra.

Dai microfoni di Radio Aut denunciava le attività dei mafiosi di Cinisi, paese in provincia di Palermo. Un affronto troppo grande che non poteva rimanere impunito.

Dopo 39 anni dalla sua morte, Peppino Impastato e il suo messaggio vivono ancora nelle menti e nei cuori delle giovani generazioni anche grazie a film e canzoni che raccontano la sua storia.

Sanremo porta il suo ricordo grazie all’intitolazione della biblioteca scolastica dell’Istituto Comprensivo Sanremo Levante.

La Biblioteca ‘Peppino Impastato’ è forse una piccola goccia nel mare, ma un segno importante di legalità che rimarrà impresso nei giovani sanremesi.