La grotta di Nostra signora di Seborga è una piccola grotta scavata nella pietra nel cuore dell’incantevole borgo di Ponente. Al suo interno è conservata una statua della Vergine Maria con Bambino, donata dall’arcivescovo di Parigi a Giorgio I, all’epoca principe dell’auto-proclamato Principato di Seborga.

Secondo la leggenda, la Madonna sarebbe apparsa in sogno al principe e avrebbe chiesto di sistemare la statua in un luogo in cui le persone potessero recarsi a pregare. Da lì la decisione di Giorgio I, sul letto di morte, di far realizzare la grotta.

Pochi metri più in là rispetto alla grotta di Nostra Signora, sorge invece quella della Madonna di Alvenia. Nella corona della statua della madonna, i fedeli lasciano le proprie preghiere e le proprie richieste di intercessione.