La campagna elettorale di Imperia finisce all’attenzione della Procura della Repubblica di Imperia. La vicenda è iniziata quanto il coordinatore provinciale di Forza Italia Marco Scajola ha querelato tale Sergio Gazzano per gli insulti ricevuti attraverso il profilo Facebook dello stesso.

È quindi partita un’indagine, coordinata dal Procuratore Aggiunto Grazia Pradella, che vede indagati Lucia Scajola, figlia del Sindaco Claudio Scajola e Paolo Petrucci, responsabile della campagna elettorale dell’ex Ministro, con l’accusa di diffamazione aggravata, risultando riconducibili al profilo Facebook sequestrato.

Oggetto degli insulti oltre a Marco Scajola anche gli esponenti di Forza Italia Piera Poillucci e Antonello Ranise. I due hanno sporto querela a loro volta.

Nei nostri studi Piera Poillucci dichiara: “Se fosse confermata questa ipotesi sarebbe un fatto molto grave”.

Contattata da Riviera Time, Lucia Scajola ha commentato: “La campagna elettorale è finita tre mesi fa. Claudio Scajola sta facendo il sindaco. È bello che ciascuno, ora, torni al proprio lavoro. Per carattere, comunque, sono piuttosto allergica ai ribaltamenti di frittata. Buon lavoro a tutti!”

Situazione delicata per l’attuale sindaco Claudio Scajola, trovandosi in mezzo a una vicenda che coinvolge la figlia Lucia e il nipote Marco. Riviera Time ha provato a contattare il primo cittadino che ha rifiutato di commentare i fatti, sminuendo l’accaduto.